Relax Immobiliare -Il primo blog per aspiranti investitori immobiliari: Proroga agevolazioni asta ,ma fai attenzione !!!

venerdì 20 gennaio 2017

Proroga agevolazioni asta ,ma fai attenzione !!!

A fine anno scadeva l'agevolazione per le societa' che acquistavano un immobile all'asta con l'intento di rivendere entro 2 anni e per chi acquistava come prima casa con l'impegno di non rivendere entro 5 anni .
C'e' stata una proroga fino a giugno prossimo e anche delle modifiche ai tempi di rivendita .
Per i soggetti che operano con intenti speculativi e quindi come societa' i tempi di rivendita sono di 5 anni anziche' di 2 anni .
Per chi invece e' una persona fisica ,puo' chiedere le agevolazioni prima casa con l'obbligo di non rivendere entro i primi 5 anni .
Queste informazioni sono reperibili ovunque su internet ed e' per questo motivo che non mi dilungo ,ma se mi conosci cerco sempre di dare consigli per farti ragionare al di fuori delle informazioni facilmente reperibili .
Attenzione perche' ci sono delle trappole nell'acquisto all'asta che se non conosci rischi di far diventare il tuo primo investimento un vero incubo .Vediamo di approfondire.

Per prima cosa quando e' uscita la legge a febbraio 2016 ho subito espresso il mio parere negativo sull'obbligo di rivendita entro 2 anni dell'immobile ( pena la decadenza dalle agevolazioni ) in quanto ho subito immaginato che la "massa" di inesperti si sarebbe catapultata a partecipare alle aste senza sapere i rischi ai quali sarebbero andati incontro.

Molti partecipando alle aste senza aver studiato le regole di questo gioco " complesso " si sono aggiudicati l'immobile senza sapere che quando la casa e' occupata dall'esecutato ,ma in perizia dichiarata libera "in  quanto occupata dall'esecutato " ,avere le chiavi dell'immobile non e' per niente semplice.

Molte persone mi hanno scritto chiedendomi disperatamente consigli in quanto si erano aggiudicati un immobile all'asta .occupato dall'esecutato e che una volta ottenuto il decreto di trasferimento si sono presentati alla porta dell'ex proprietario chiedendo di avere le chiavi .

La scena e' molto triste ,ma si sono visti la porta chiusa in faccia.
La porta di casa loro pagato tanti soldi .

Ma non era libera??
Eppure in perizia c'era scritto libera in quanto occupata dall'esecutato

Gli esecutati sanno bene le leggi perche' si sono informati ,mentre chi ha speso centinaia di migliaia di euro non si e' preoccupato di investire mille euro per un corso professionale sulle aste che gli avrebbe spiegato tutte le regole.


PACK ASTE IMMOBILIARI

Ebbene si cari lettori non si puo' mandare via alzando la voce o chiamando i carabinieri una famiglia anche se la casa e' di tua proprieta'.

Giusto o non giusto la legge dice che devi eseguire una procedura di sfratto ( un po' come quello per morosita' o fine contratto ) e attendere i tempi biblici della giustizia civile.

Ci si impiega anche 3 anni ad avere la casa libera se dentro ci sono bambini ,anziani o malati .

Ma allora se si ha l'obbligo di rivendere entro 2 anni ,come faccio se la casa e' occupata?
Perdo le agevolazioni ?!!

Non a caso ora la legge prevede 5 anni e non piu' 2 come fino a pochi mesi fa !Strano vero?

Meno male che c'e' stata questa proroga altrimenti molti di questi investitori allo sbaraglio avrebbero pagato anche le sanzioni per la mancata rivendita dell'immobile nei tempi giusti .

Un sospiro di sollievo .

Direi di no perche' comunque queste persone si trovano a pagare imu ,amministrazione ordinaria e straordinaria per avere dentro estranei in casa loro con il rischio che l'immobile sia in condizioni ancora peggiori di come l'abbiamo visto prima di acquistarlo .

Ma allora sto sconsigliando di acquistare all'asta???

Assolutamente no sto solo dicendo che se non sei esperto non devi partecipare mai a queste procedure perche' al 99% ti rovini il fegato e il portafoglio.


Per prima cosa occorre :
  1. Conoscenza del prezzo reale di rivendita della casa prima di partecipare
  2. Avere un limite oltre il quale non fare piu' rilanci
  3. Conoscere i metodi per risolvere prima il problema dell'immobile occupato in modo da sapere se partecipare o meno all'asta
  4. Sapere la differenza tra incanto e senza incanto 
  5. Sapere se partecipare come societa' e che tipo di societa'.
  6. Conoscere i metodi rapidi per rivendere la casa con profitto .
  7. Conoscere le spese "nascoste" che ti spettano ugualmente dopo l'aggiudicazione che ti possono far perdere migliaia di euro . 
  8. Trovare un percorso formativo "serio" che ti insegni questi step e poi ti segua dopo il corso .
Se non conosci le regole il mio consiglio e' di lasciare perdere perche' e' molto meglio pagare caro un immobile nel libero mercato che una casa apparentemente con sconto all'asta e poi scoprire di dover iniziare sfratti ,pagare spese che non sapevi esistessero e maledire il settore immobiliare per sempre.

A buon intenditor .......

Buon business da Franco
PS: Se volessi optare per il punto 8 delle cose da fare ,posso consigliarti di chiedermi informazioni sul nuovo home visit Aste immobiliari live Genova che sara' disponibile da marzo 2017 .
Scrivimi e ti spiego cosa ti insegno  in 2 giorni qui a Genova sull'argomento aste immobiliari.


2 commenti:

  1. Io come privato ho acquistato mediante asta un locale usufruendo l'agevolazione delle imposte di € 200€ a marzo 2016 quando era in vigore l’art.16 del D.L. nr 18 del 14/02/2016 sulle riforme BCC facendo un autocertificazione ed obbligandomi a vendere il bene entro due anni.
    In virtu' della proroga del'ultima legge di stabilità il privato deve vendere entro due anni o 5 anni? Grazie del vs contributo.

    RispondiElimina
  2. La proroga vale se hai usufruito della legge lo scorso anno quindi sia che tu abbia acquistato ora o prima della proroga

    RispondiElimina