Relax Immobiliare -Il primo blog per aspiranti investitori immobiliari: Pro e contro di lasciare il proprio lavoro per investire in immobili.

giovedì 23 marzo 2017

Pro e contro di lasciare il proprio lavoro per investire in immobili.

Molte persone mi scrivono chiedendomi consiglio se abbandonare il proprio lavoro per dedicarsi a tempo pieno agli investimenti immobiliari .
Premetto che io piu' di 10 anni fa optai per questa scelta cedendo 9 delle 10 agenzie immobiliari che avevo .

C'e' da dire che questa attivita' non e' tutta rose e fiori .
Vediamo quindi di fornire a chi mi segue gli strumenti validi per fare una scelta consapevole e i pro e i contro di essere un investitore immobiliare a tempo pieno.

Perche' scegliere di fare l'investitore ?Pro e contro messi insieme .


Per prima cosa e' l'unico "mestiere" dove  le raccomandazioni non servono a nulla.
La tua ricchezza dipende solo ed esclusivamente dalle tue abilita'.
Quindi se ad ogni operazione riesci a portare a casa una buona plusvalenza sei stato bravo ,capace e non fortunato .
Al contrario se dove metti mani te sistematicamente ogni trattativa diventa un incubo e nessuno viene a vedere gli immobili che stai rivendendo ,l'incapace sei te e non puoi definirti sfortunato o dare la colpa al mercato immobiliare.


Secondo.Non esiste avviamento .Ogni operazione nasce da un business plan e un piano d'azione e una volta portata a termine ne inizia un'altra o meglio per chi e' un grande investitore ci sono decine di business plan per singole operazioni condotte spesso allo stesso momento che devono poi far raggiungere l'obiettivo scritto nel  piano d'azione .

Insomma non e' come un dipendente che anche se sta male ,guadagna lo stesso perche' ha la mutua o l'infortunio o le ferie.

Non e' un'attivita' per chi non ama i "problemi" perche' l'investitore senza problemi da risolvere rimane fermo .

Terzo.Non hai datori di lavoro e non dipendi da nessuno .Sei libero di alzarti la mattina alle 8 o di dormire fino alle 11 .
Sei libero di fare quello che vuoi .
I tuoi risultati saranno giudicati solo dal tuo "piano d'azione".

Se i conti tornano allora non ti pentirai di aver "lavorato" mentre eri 2 mesi a Dubai o ai Caraibi o di aver raggiunto con soli 2 mesi di impegno il guadagno previsto in 12 mesi .
Attenzione perche' questo lusso te lo puoi permettere solo se il tuo "piano d'azione" diventa un po' come se fosse il tuo datore di lavoro che ti obbliga a seguire le regole e di andare a lavorare.

Senza organizzazione in pratica sei un disoccupato che non sta nemmeno cercando un lavoro.

Quarto.Non hai dipendenti da gestire e pagare stipendi e contributi .
Hai un team anche tu ,ma non sono dipendenti .Sono membri di una squadra che condividono le proprie capacita' per raggiungere obiettivi comuni.

Agenti immobiliari ,broker finanziari ,imprese edili ,architetti ,geometri ,notai ,home stager sono pagati se forniscono il servizio che richiedi ,ma allo stesso tempo la loro esperienza e consulenza e' gratuita per farti raggiungere il tuo obiettivo .

Quinto .Non devi avere un negozio aperto al pubblico con orari e norme da seguire.Non devi litigare con fornitori o avere timore che ti venga rubata la merce in magazzino .
Puoi avere una tua sede legale e uno studio solo per non lavorare da casa e sentire quella sensazione ,che non c'e' piu' , di andare veramente a lavorare.


SEGUI IL VIDEO GRATUITO
Sesto .La tassazione e' umana .Se operi come persona fisica abbiamo un 20% che e' veramente bassa rispetto agli altri lavori .

Se operi come societa' ti scarichi costi come auto ,telefono e persino la carta igienica .

Settimo.Costi bassissimi per iniziare.E' forse una delle poche attivita' che per iniziare non e' necessario avere grossi capitali .
Apri un ristorante e hai costi di licenza ,arredo locali ,macchinari ,dipendenti ecc mentre se vuoi concludere una prima operazione immobiliare con una cessione del compromesso ,o sublocazione o cessione di stralcio hai dei costi iniziali veramente irrisori .
Tutto cio' significa che non sei a rischio di fallimento e che se il settore immobiliare non fa per te puoi rifarti una vita finanziaria senza portarti dietro per anni debiti dovuti al mancato successo dell'iniziativa.

Ottavo.In circa  di 10 anni guadagni circa 50 anni di normale lavoro da dipendente .
E' una certezza quasi matematica infatti se non hai risultati in questo settore non duri 10 anni ,mentre se ci arrivi significa che la tua attivita' ha dato buoni frutti e per buoni si intende vivere bene economicamente parlando .

Nono.Avrai il problema di come reinvestire le plusvalenze quindi conoscerai nuovi professionisti come consulenti finanziari ( indipendenti mi raccomando) ,avvocati e professionisti esperti di trust e fondi patrimoniali .

Decimo.Vedrai il mondo al contrario rispetto agli altri.
L'investitore e' felice quando il mercato e' in crisi ,mentre non apprezza i momenti di ripresa e boom immobiliare.
Ama acquistare mentre ci sono i saldi al contrario della massa ,che attende di investire quando ci sara' la ripresa (quindi quanto aumentano i prezzi ) .
Amiamo le aste senza la folla come accadeva nel 2011 dove il 90% delle aste erano deserte.Ora sono sempre piene .


In conclusione se devi lasciare il tuo posto di lavoro da dipendente o da autonomo come ero io ,rileggi bene queste 10 regole o condizioni che sono frutto della mia personale esperienza.

Prima di mandare a quel paese il tuo datore di lavoro ( se si e' comportato male ovviamente) concludi un paio di operazioni prima.

Gioca di astuzia e mettiti alla prova.Insomma stai con 2 piedi in una scarpa .
Se vedi che sei capace allora perche' non dedicare il 100% degli sforzi a questa attivita' ?

Il settore immobiliare esistera' per sempre.Finche' non ci daranno un tetto gratis le case si venderanno per molti secoli ancora.

Puoi smettere di comprare cellulari ,tablet ,andare in vancanza ,ma una casa la devi avere affitto o vendita che sia.
Quindi fatti 2 conti e verifica per prima cosa se sei un campione o un gregario in questo business e poi decidi di conseguenza.

Buon business da Franco









Nessun commento:

Posta un commento